Standard



Standard di sicurezza sono una parte essenziale delle corse automobilistiche. 
Gli standard di sicurezza offrono alcune garanzie di protezione basilare a diversi partecipanti (piloti, team, personale di corsa, team di soccorso ...). Gli organi di competenza o le aziende specializzate no-profit selezionano gli standard di sicurezza e stabiliscono i test per il prodotto per il raggiungimento dell'etichetta di sicurezza. Questi testi consistono nell'esposizone al fuoco, alla pressione applicata al prodotto o ai suoi elementi, resistenza a diversi tipi di impatti da diversi angoli. Alcuni campioni di ogni prodotto (secondo le dimensioni, opzioni, ecc ...) sono inviati dal produttore per i test in laboratori approvati dagli organi competenti, se che danno la certificazione se il prodotto supera gli standard requisiti. Ecco un riassunto degli standard più comuni e rigorosi per i caschi:  

STANDARD SNELL & FIA

Lo SNELL
 è un'organizzazione americana no-profit che, dal 1957, ha definito gli standard di sicurezza per i caschi che riguardano le aeree di attività. Lo standard SNELL SA viene rinnovato e aggiornato tutti i cinque anni secondo la nuova conoscenza medica e tecnica (a differenza dello standard BSI che non è cambiato dal 1985). Riconosciuto come uno degli standard più ristrettivo del mondo, è spesso obbligatorio durante le gare.
Troverete ulteriori informazioni sul sito ufficiale SNELL http://www.smf.org

Lo standard FIA 8860  fu introdotto alcuni anni fa per la Formula 1. Lo standard FIA per caschi ha provato il suo uso durante degli incendi molto gravi e sarà esteso ad molte serie negli anni a venire, sotto l'autorità della FIA o no. I caschi con l'etichetta FIA 8860 sono sottoposti a testi di resistenza SNELL e anche a testi molto duri. Comporta la produzione della struttura in carbonio grezzo e una guarnizione molto assorbente. Tutti i caschil FIA sono omologati FHR.
Standard e periodo di scadenza
Quando sono richiesti

FIA: Usato nella Formula 1, GP2, GP3, WTCC, GT, WRC, WEC
e altre categorie internazionali al massimo livello.
SNELL: Usato nella maggior parte degli avvenimenti in U.S.A. e Canada + serie nazionali.

Ulteriori informazioni
STANDARD FIA 8858-2010
Troverete qui tutte le conbinazioni possibili FHR - attacchi -  ancore posteriori -  caschi, secondo il standard FIA 8858-2010 Frontal Head Restraint (FHR).
Per leggere questa matrice, potete iniziare sia dagli attacchi FHR (sul lato sinistro della matrice) sia dal dalle ancore posteriori del casco (sul lato destro della matrice), le frecce mostrano tutte le combinaizoni autorizzate sul lato destro (e viceversa).

Qui sotto un video di un incidente che coinvolge uno dei nostri caschi IVOS SNELL SA 2005 con le spiegazioni e la testimonianza del pilota: 

1. Durante il primo impatto frontale, il sistema FHR 
mantiene il suo ruolo tenendo insieme la testa e il collo. its role, restraining head and neck.

2. La sedia si rompe e gli impatti sono multiplici sull casco che risultano da contatti violenti con il tetto e la carrozzeria e anche la deformazione della base della struttura sul sistema FHR
a seguito del colpo contro il tetto durante i flip. 
Questo ultimo fatto ha evitato il piegamento della vertebra cercivale del pilota.  

3. Un nostro sul frontino sula superficie mentre la macchina scivola sul lato.  

4. Taglio del carbonio di un oggetto metallico (probabilmente la manaiglia della porta) fermata dalla struttura e il sostegno del nastro sul mento. 
Le parole di Neil Smith, il pilota della macchina:
"Sono certo che sono vivo grazie al dispositivo FHR e il casco IVOS formito da Stand 21. Sono stato abbastanza fortunato di averli indossati mentre un altro pilota colpiva la mia ruota sinistra in un test a Spa che bloccava la mia guida, mandandomi nell'armco a circa 70-80 miglia all'ora seguito da almeno sei giravolte. Sono veramente sorpreso di esserne uscito senza gravi lesioni e sono molto grato a tutti di Stand 21 per il suo impegno sulla qualità e sicurezza."